L'ANALISI GRAFICA E I SUOI STRUMENTI

L'analisi grafica cerca di individuare e classificare nei grafici delle configurazioni geometriche ripetitive che permettano di predire l'andamento futuro. Ecco una lista molto parziale delle configurazioni più note.


Linee di tendenza, supporti e resistenze
Quando nel grafico è presente, come spesso avviene, un andamento "a denti di sega" in direzione crescente o decrescente, è possibile tracciare una linea di tendenza al rialzo (o al ribasso) unendo con una retta il primo e l'ultimo degli avvallamenti crescenti (o dei picchi decrescenti).

Nel rialzo, la linea tracciata sotto gli avvallamenti fa da supporto all'andamento ascendente, nel senso che il prezzo è rimbalzato verso l'alto quando una flessione l'ha fatto scendere vicino alla linea.
support
resist
Nel ribasso la linea tracciata sopra i picchi discendenti sembra aver opposto una resistenza alla risalita del prezzo.
Abbiamo infine una rottura quando il prezzo scende sotto un supporto o sale sopra una resistenza: in questo attraversamento si suole individuare una inversione di tendenza.
break
Figure di inversione
Sono configurazioni grafiche studiate per individuare l'inizio di una fase di mercato di tendenza, rialzista o ribassista, opposta alla precedente.
La figura più nota è il testa e spalle: in caso di esaurimento di un trend rialzista, il massimo (la testa) è preceduto e seguito da due picchi più bassi (le spalle).
neck
La tangente tracciata tra i due minimi che raccordano spalle e testa identifica la neckline (linea del collo), la cui rottura è il segnale dell'avvenuta inversione.
La stessa figura, ma speculare verso il basso, contrassegna la fine di un trend ribassista.
dmax
Un'altra figura di questa famiglia è il doppio massimo: due picchi equivalenti e affiancati al termine di una tendenza rialzista.
Si suppone che individuino una resistenza che si oppone al proseguimento dell'ascesa del prezzo e provoca l'inizio di una fase discendente.
Speculare è il doppio minimo.


Figure di continuazione
Dette a volte "di consolidamento", cercano di circoscrivere le oscillazioni e i possibili movimenti di controtendenza nell'ambito di una tendenza di lungo periodo.
La loro presenza può essere intesa come segnale di incertezza e preannuncio di imminente inversione, ma più spesso come possibile pausa temporanea della tendenza in corso.
Sono riconducibili a due modelli, secondo la disposizione delle linee di supporto e resistenza che imprigionano le oscillazioni del prezzo:
rect
triangle
quando corrono parallele abbiamo dei rettangoli, se convergono dei triangoli.
Rettangoli e triangoli possono anche presentarsi inclinati verso l'alto o verso il basso, dando luogo rispettivamente a bandiere e cunei.


Queste figure si considerano completate quando la linea del prezzo rompe il supporto o la resistenza, fornendo indicazioni sull'evoluzione della tendenza, che però di norma prosegue nella stessa direzione che aveva prima della figura.

PER SAPERNE DI PIU'

avvocato