Il Prospetto informativo

di Giovanni Borsi, novembre 2009

Nell'ambito dei mercati finanziari, per prospetto informativo si intende la documentazione informativa predisposta ai fini di informazione del pubblico degli investitori.
Secondo la disciplina attualmente vigente il prospetto informativo si compone di: Documento di Registrazione dell'Emittente, Nota Informativa sugli Strumenti Finanziari e Nota di Sintesi.

Il Documento di Registrazione ha la funzione di dare al pubblico degli investitori informazioni precise e aggiornate circa il soggetto che ha emesso (il cosiddetto Emittente) gli strumenti finanziari.
In questo documento troviamo :
- persone responsabili
- revisori legali dei conti
- informazioni finanziarie selezionate relative agli ultimi esercizi
- fattori di rischio
-informazioni relative all'Emittente riguardo a investimenti effettuati, in corso di realizzazione e futuri
- descrizione delle attività e posizionamento sul mercato dell'Emittente
- struttura organizzativa
- immobili, impianti e macchinari
- resoconto della situazione gestionale e finanziaria
- risorse finanziarie
- ricerca e sviluppo, brevetti e licenze
- previsioni e stime degli utili
- organi di amministrazione, di direzione o di vigilanza e principali dirigenti, nonché loro remunerazioni e benefici
- dipendenti
- principali azionisti
- operazioni con parti correlate
- informazioni finanziarie relative al Gruppo, politica dei dividendi ed eventuali cambiamenti significativi nella situazione finanziaria successivi alla chiusura dell'ultimo esercizio
- informazioni supplementari
- contratti rilevanti
- informazioni provenienti da terzi, pareri di esperti e dichiarazioni di interessi
- documenti accessibili al pubblico
- informazioni sulle partecipazioni.

La Nota Informativa serve principalmente a dare informazioni sugli strumenti finanziari oggetto dell'offerta, anche se ripete alcune informazioni già presenti nel documento di registrazione.
In questo documento infatti troviamo:
- persone responsabili
- fattori di rischio
- informazioni fondamentali
- informazioni riguardanti gli strumenti finanziari da offrire/da ammettere alla negoziazione
- condizioni dell'offerta
- ammissione alla negoziazione e modalità di negoziazione
- possessori di strumenti finanziari che procedono alla vendita
- spese legate all'offerta
- diluizione
- informazioni supplementari.

All'inizio del prospetto, inoltre, viene solitamente inserita la Nota di Sintesi, che, redatta ai sensi del regolamento 809/2004/CE, riporta sinteticamente i rischi e le caratteristiche essenziali connessi all'Emittente, al Gruppo e alle Azioni oggetto dell'Offerta.
Al fine di effettuare un corretto apprezzamento dell'investimento, gli investitori sono invitati a valutare le informazioni contenute nella Nota di Sintesi congiuntamente alle altre informazioni contenute nel Prospetto Informativo.
Di fatto la Nota di Sintesi contiene le stesse informazioni contenute negli altri documenti facenti parte del prospetto informativo, ma in un'esposizione più concisa e più facilmente leggibile.

Le informazioni più importanti per l'investitore solitamente sono:

1.fattori di rischio (soprattutto se è a rischio la continuità aziendale)
2. composizione dell'azionariato
3. principali dati di bilancio
4. caratteristiche dell'offerta in opzione: quante azioni, a che prezzo e in che rapporto con le vecchie azioni, così da poterne determinare le parità matematiche alla data di inizio delle contrattazioni del diritto
5. calendario dell'offerta
6. impegni di sottoscrizione degli azionisti di maggioranza e garanzia del buon esito dell'operazione (se c'è un Pool di banche che ne garantisce l'esito)
7. effetti diluitivi dell'aumento di capitale
8. stima del ricavato netto e sua destinazione ( l'utilizzo per nuovi investimenti o acquisizioni è differente da quello destinato a tamponare qualche falla di bilancio o il rientro dal debito con le banche).

Solo leggendo interamente il prospetto si ha una comprensione completa del significato di determinate informazioni: ad esempio, spesso le Banche garantiscono la totale sottoscrizione dell'aumento , notizia questa solitamente apprezzata dal mercato in quanto indice della fiducia riposta dal sistema bancario nel buon esito dell'operazione, ma di fatto poi si può scoprire che le stesse banche hanno già finanziato la Società e i soldi dell'aumento servono a rientrare da questi finanziamenti.
In altri casi si legge che l'azionista di controllo non sottoscrive interamente le azioni rivenienti dai diritti in suo possesso e in questo caso si sa a priori che c'è un soggetto importante che sarà venditore di diritti sul mercato; altre volte ci sono altri investitori che si sono impegnati a sottoscrivere eventuali diritti inoptati , etc.etc.
Ogni aumento di capitale ha caratteristiche uniche, e solo andando a leggere il prospetto nella sua interezza se ne capiscono appieno i dettagli, alcuni dei quali potrebbero risultare determinanti nel condurre alla giusta scelta di investimento.

PER SAPERNE DI PIU'








ContentRight