Aumento di capitale Aedes

a cura di G.Borsi, giugno 2015

Promozione Aumenti di Capitale

La società immobiliare - una delle più vecchie quotate a Piazza Affari, visto che è stata costituita a Genova nel lontano 1905 - ha attraversato una profonda crisi finanziaria con la crisi del 2008 e il contrarsi del mercato immobiliare.

Dal piano approvato lo scorso anno è uscita ricapitalizzata per oltre 200 mln di euro, tramite aumenti di capitale senza diritto d'opzione riservati ai nuovi soci e alle banche creditrici, che si sono trovati in possesso di azioni denominate "speciali", che solo da lunedì prossimo saranno a tutti gli effetti parificate alle azioni ordinarie quotate in Borsa (ma non avranno staccato il diritto d'opzione): questo significa che oggi ci sono 232.845.883 azioni, di cui 10.934.596 ordinarie e 221.911.287 speciali, mentre da lunedì ci saranno 10.934.596 diritti di opzione e tutte le 232.845.883 azioni avranno lo stesso codice ISIN e lo stesso trattamento.

Aedes ora è chiamata a completare il piano con l'ultimo tassello: un aumento di capitale di circa 40 milioni (più altri 20 milioni al servizio dell'eventuale conversione dei warrant) da offrire in opzione agli azionisti a partire da lunedì 8 giugno.

I diritti saranno quotati dal 8 al 19 giugno compreso, mentre saranno esercitabili sino al 25 giugno compreso.

Il rapporto di esercizio è di 8 azioni offerte (con abbinati altrettanti warrant) per ogni azione vecchia posseduta (escluse le azioni speciali), al prezzo di 0,46 €.

In totale saranno offerte 86.956.536 azioni ordinarie Aedes, con abbinati altrettanti Warrant Aedes Spa 2020. I possessori dei warrant potranno sottoscrivere 1 nuova azione ogni 3 warrant posseduti al prezzo di 0,69 €, con le modalità e i termini indicati nel regolamento dei warrant; più precisamente potranno esercitare il proprio diritto di sottoscrizione durante i primi 5 giorni lavorativi di ciascun mese a partire da luglio 2015 e fino a luglio 2020.

Come anzi detto, da lunedì 8 giugno le azioni speciali sottoscritte nell'ambito del piano di risanamento in data 23 dicembre 2014 saranno parificate alle azioni ordinarie attualmente in circolazione, ma non avranno staccato il diritto d'opzione. Inoltre la maggior parte di esse (il 90%) sono soggette a obblighi di lock up. Queste azioni sono state pagate dalle banche 2.30 €, mentre quelle sottoscritte tramite conferimenti in natura sono state pagate 0.805 €, a fronte di un valore rettificato delle azioni Aedes di 0.6055 €.
Da lunedì ci saranno dunque sul mercato circa 230 mln di azioni, ma solo 10 milioni avranno staccato il diritto d'opzione e solo 20 milioni potranno circolare liberamente, non essendo vincolate ad alcun accordo di lock up.
Al termine dell'aumento di capitale, invece, ci saranno sul mercato più di 320 milioni di azioni, di cui un terzo liberamente scambiabili.

Consorzio di garanzia

Non è previsto alcun Consorzio di Garanzia, ma tra i principali azionisti Augusto S.p.a. (70,327%, ma possiede solo azioni senza diritto di opzione) si è impegnata a sottoscrivere gli eventuali diritti di opzione non esercitati per max 10 mln di euro; anche ViBa S.r.l. (che ha circa il 25% delle azioni con diritto di opzione) si è impegnata a sottoscrivere la sua quota di competenza (9,5 mln di euro), oltre a una parte dei diritti inoptati sino a un max di circa 500 mila euro. Quindi 20 mln di euro sui 40 totali sono di fatto assicurati da questi due azionisti.

Dati economici

La Società ha letteralmente cambiato pelle: dopo aver sfiorato il fallimento, è riuscita nel 2014 a ristrutturare il debito, cedere tutti gli immobili di scarso interesse per il piano industriale, convertire molti debiti in capitale, e addirittura beneficiare di attivi straordinari (73 mln) legati alla ristrutturazione del debito che hanno permesso di chiudere il bilancio con un utile di quasi 50 mln, un patrimonio cresciuto fino a oltre 200 mln di euro e debiti finanziari scesi da oltre 400 a poco più di 120 milioni di euro.

Milano, 05 Giu 2015 - 17:55
Borsa Italiana comunica i prezzi rettificati e i K di rettifica efficaci dal 8/06/2015:

Codice
Descrizione
Prezzo di Riferimento Rettificato
Prezzo Last Rettificato
Prezzo Ufficiale Rettificato
Coefficiente K
AE
AEDES
0.6055
0.6055
0.6300
0.30350877
AEAAW
AEDES AZA+W
1.3900
-
-
-

Dai valori evidenziati nel comunicato di Borsa Italiana possiamo ricavare questo conto: l'azione rettificata vale 0.6055 €, con un diritto si sottoscrivono 8 azioni a 0.46 € e quindi il diritto per le sole azioni vale 0.6055 - 0.46 = 0.1455 x 8 = 1.164 €, mentre il prezzo rettificato è pari a 1.39 €. Per differenza si ricava che 1.39 - 1.164 = 0.228 € è il costo del diritto per avere gratuitamente 8 warrant, il cui valore unitario secondo le formule di Black & Scholes è dunque pari a 0.0285 €. Considerato che servono 3 warrant per sottoscrivere un'azione a 0.69 €, di fatto il warrant è un premio call sull'azione con scadenza luglio 2020 e strike 0.69 + 0.0855 €.

Questa invece la tabella delle parità matematiche dei diritti e dell'azione, considerando un valore fisso del warrant di circa 0.03 € per semplificare i conti.

VALORE DEL DIRITTO
COSTO DELL'AZIONE CUM WARRANT
AZIONE PIENA
ZERO
0.49
0.49
0.240
0.52
0.76
0.480
0.55
1.03
0.720
0.58
1.30
0.960
0.61
1.57
1.200
0.64
1.84
1.440
0.67
2.11

PER SAPERNE DI PIU'








ContentRight