Aumento di capitale Visibilia Editore

a cura di G.Borsi, settembre 2016

promo1

Il gruppo Visibilia, quotato sull'AIM dal 2010, si occupa principalmente di

  • editoria periodica, con focus sulla pubblicazione di mensili verticali in ambito arredamento, hi-tech e cinema (principali riviste: VilleGiardini, Ciak, Pc Professionale)
  • raccolta e gestione della pubblicità su periodici in carta stampata o formato digitale, attraverso soluzioni personalizzate e l'utilizzo della piattaforma AdWords di Google.

L'aumento di capitale ha per oggetto un numero massimo di 8.915.568 azioni, da offrire in opzione in ragione di 1 nuova ogni 2 vecchie possedute al prezzo di 0.112 €, per un ammontare massimo pari a circa 1 mln di euro.

Si tratta della prima tranche di un aumento di capitale deliberato per circa 4,8 milioni di euro.

Il diritto di opzione verrà quotato dal 19 settembre al 17 ottobre compreso, mentre il periodo di esercizio proseguirà sino al 21 ottobre 2016.

Nel modulo di sottoscrizione delle nuove azioni l'azionista che intende esercitare il proprio diritto d'opzione può anche chiedere di sottoscrivere un certo numero di azioni che dovessero risultare inoptate (se le richieste supereranno il quantitativo di inoptato, si procederà a riparto).

L'azionista di maggioranza Visibilia Editore Holding S.r.l., che detiene il 69% del capitale sociale, ha effettuato un versamento in conto futuro aumento di capitale per circa 300 mila euro, che convertirà in azioni esercitando parte dei suoi diritti.

Dati economici

Il bilancio 2015 evidenzia costi di produzione superiori al valore della produzione stessa, sicché anche l’EBITDA risulta negativo (per 218 mila euro); se si aggiungono ammortamenti, oneri finanziari e straordinari, si arriva a una perdita netta di 1,2 milioni di euro, pari a quasi il 30% del fatturato.
Le perdite ovviamente portano a una drastica riduzione del patrimonio netto e alla necessità di continue ricapitalizzazioni (l'ultima risale a dicembre 2015).
Anche i rapporti con le banche sono in tensione, in quanto è prevista la rinegoziazione del debito a lungo termine per procurare alla Società l'ulteriore liquidità necessaria per soddisfare gli impegni sottostanti al cash flow previsionale predisposto a margine del piano industriale.

La Società non dispone di affidamenti bancari a causa del suo status di "start up" e della mancanza di una "serie storica di risultati positivi", che costituirebbe titolo di merito per ottenere il credito.
Inoltre al 31 dicembre 2015 aveva un debito tributario pari a 714 mila euro, poi ridottosi a 473 mila a marzo 2016, imputabile a ritenute su retribuzioni di lavoro dipendente e autonomo di competenza dell'anno 2015.

La continuità aziendale di fatto è garantita unicamente dall'esecuzione degli aumenti di capitale in più tranches da effettuarsi ora e nei prossimi esercizi.

Borsa Italiana comunica i prezzi rettificati e i K di rettifica efficaci dal 19 settembre 2016:

Codice
Descrizione
Prezzo di Riferimento Rettificato
Prezzo Last Rettificato
Prezzo Ufficiale Rettificato
Coefficiente K
VE
Visibilia Editore
0.1127
0.1127
0.1167
0.99705015
VEAXA
VISIBILIA EDITORE AXA
0.0003
-
-
-

La tabella delle parità matematiche ha poco significato, in quanto le azioni quotano poco sopra al prezzo di esercizio del diritto.
Attenzione, però, perché, data l'illiquidità del titolo, si potrebbe assistere a un'impennata delle quotazioni per incentivare l’acquisto dei diritti e la relativa sottoscrizione.


PER SAPERNE DI PIU'








ContentRight