Aumento di capitale Risanamento

a cura di G.Borsi, gennaio 2011

L'Offerta in Opzione oggetto del presente Prospetto Informativo si colloca nell'ambito della complessiva operazione di ricapitalizzazione e di ristrutturazione dell'indebitamento della Società, che è stata avviata dall'Emittente in considerazione delle notevoli difficoltà che Risanamento e il Gruppo hanno dovuto affrontare negli ultimi esercizi.
L'Offerta in Opzione consiste nell'emissione di complessive n. 536.714.338 azioni ordinarie aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione, da offrire in opzione agli aventi diritto nel rapporto di 46 nuove azioni ogni 25 diritti posseduti al prezzo unitario complessivo di Euro 0,28, per un controvalore complessivo pari ad Euro 150.280.014,64.
Il periodo di validità dell'Offerta decorre dal 17 gennaio 2011 al 4 febbraio 2011, mentre i diritti di opzione saranno trattati dal 17 gennaio 2011 al 28 gennaio 2011.
Si precisa che l'Aumento di Capitale, il cui controvalore totale è pari ad Euro 150.280.014,64, comporterà l'ingresso di nuove risorse finanziarie per un minimo Euro 35.100.000, pari all'importo minimo che le Banche, con la sottoscrizione dell'Accordo di Rimodulazione, si sono impegnate a corrispondere mediante versamento in denaro.
L'Accordo di Ristrutturazione, in estrema sintesi, prevede una ricapitalizzazione dell'Emittente da realizzarsi attraverso:
(a) l'esecuzione di un aumento di capitale a pagamento, inscindibile, con opzione a favore degli aventi diritto, per un ammontare complessivo di Euro 150.000.000,00 tra capitale ed eventuale sovrapprezzo, con emissione di azioni ordinarie di Risanamento ammesse alla negoziazione sull'MTA;
(b) l'emissione di un prestito obbligazionario a conversione obbligatoria in azioni ordinarie Risanamento di nuova emissione, con opzione a favore degli aventi diritto, per un importo complessivo di Euro 350.000.000,00, con scadenza 31 dicembre 2014, con relativo aumento di capitale a servizio dell'emissione medesima.

Ove l'Aumento di Capitale non trovi esecuzione, l'Emittente non potrà dare attuazione alle misure previste nel Piano, con conseguenti effetti negativi sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria e quindi sulla continuità aziendale del Gruppo.
Tenuto conto che il Piano prevede che gli effetti della valorizzazione dell'Area Santa Giulia si manifestino a partire dall'esercizio 2012, la mancata o parziale realizzazione degli interventi di sviluppo relativi a tale area, anche a causa dell'eventuale mancato accoglimento da parte del Comune di Milano della richiesta di variante al progetto che ne consentirebbe un incremento di circa 100.000 mq di SLP (Superficie Lorda Pavimento), presupposto del Piano, potrebbe impedire il raggiungimento degli obiettivi da questo previsti, con i conseguenti effetti negativi di cui sopra, a partire dal 2012.

Secondo le risultanze del libro soci, l'unico azionista che, alla Data del Prospetto Informativo, possiede direttamente o indirettamente una partecipazione superiore al 2% del capitale sociale di Risanamento rappresentata da azioni con diritto di voto è il cav. Luigi Zunino, mediante tre società tutte in liquidazione, socetà tutte direttamente e indirettamente controllate, per una percentuale complessiva di quasi il 73%.
Ai sensi dell'Accordo di Cessione, i Soci di Riferimento si sono impegnati a vendere alle Banche – e le Banche si sono impegnate ad acquistare – i Diritti di Opzione SH Aumento Capitale, a un prezzo forfettariamente determinato in Euro 100 per ciascuna Banca.
In particolare le Banche si sono impegnate a sottoscrivere integralmente i Diritti di Opzione SH Aumento Capitale, nonché i diritti di opzione che risultino eventualmente inoptati successivamente all'offerta al mercato.
Una volta emesso il Prestito Convertendo, a seguito della conversione del medesimo e nel caso in cui le Banche sottoscrivessero integralmente l'Aumento di Capitale in Opzione (i.e. anche mediante l'esercizio dell'inoptato), le percentuali di partecipazione al capitale dell'Emittente sarebbero le seguenti:
- Intesa Sanpaolo: 44,3 %;
- UniCredit: 17,7%
- MPS: 4,0%;
- Banco Popolare: 2,1%;
- BPM: 8,2%.

Milano, 14 Gen - 18:20
Borsa Italiana comunica i prezzi di riferimento rettificati e i K di rettifica efficaci dal 17/01/2011:

Codice
Descrizione
Prezzo di Riferimento Rettificato
Prezzo Last Rettificato
Prezzo Ufficiale Rettificato
Coefficiente K
RN
RISANAMENTO
0,2700
0,2700
0,2752
1,00000000
RNAXA
RN AXA
0,0100
-
-
-

Essendo il prezzo dell'azione inferiore al prezzo a cui sono offerte le nuove azioni, diventa poco significativa una tabella sulle parità matematiche dei diritti.

PER SAPERNE DI PIU'








ContentRight