Aumento di capitale Interpump

a cura di G.Borsi, novembre 2009

L'offerta è di 40 nuove azioni più 40 warrant gratuiti ogni 147 diritti posseduti a un prezzo di euro 2,50, di cui euro 1,98 a titolo di sovrapprezzo, per un ammontare complessivo di ca. 50 mln di euro (n. 19.915.680 azioni di nuova emissione).

I warrant 2009/2012 abbinati gratuitamente alle azioni di nuova emissione danno al portatore il diritto di sottoscrivere 59 nuove azioni per ogni 96 warrant presentati per l'esercizio, e il prezzo di esercizio sarà pari a:

  • Euro 4,50 per azione, per i warrant esercitati in ciascun giorno di mercato aperto del mese di ottobre 2010;
  • Euro 4,80 per azione, per i warrant esercitati in ciascun giorno di mercato aperto del mese di ottobre 2011;
  • Euro 5,10 per azione, per i warrant esercitati in ciascun giorno di mercato aperto del mese di ottobre 2012.

La conversione dei warrant in azioni è dunque possibile solo nei tre periodi di esercizio sopraindicati (salvo i casi specifici segnalati nel regolamento in appendice al prospetto informativo).
L'Emittente ha già presentato a Borsa Italiana domanda di ammissione alla quotazione ufficiale; la data di inizio delle negoziazioni dei warrant sarà disposta da Borsa Italiana a seguito della verifica dei risultati dell'offerta in opzione e dell'effettiva disponibilità dei warrant sul mercato (pag. 261 p.i.).

Le risorse finanziarie raccolte con il presente aumento di capitale sono destinate a sostenere tempestivamente il processo di consolidamento e sviluppo del Gruppo, di cui rafforzeranno inoltre la solidità patrimoniale, con positivi riflessi sul rating (pag. 39 p.i.); esse permetteranno al Gruppo di rispettare i covenant finanziari sul primo dei tre principali finanziamenti in essere (rispettivamente di 100, 120 e 60 mln di euro) in merito al rapporto tra indebitamento finanziario netto ed Ebitda (pag. 53 p.i.), mentre sul terzo non avrà alcuna efficacia, essendone previsto il rimborso integrale al 31.12.2009; per quanto concerne il secondo finanziamento, l'Emittente ritiene che la violazione dei covenant finanziari potrebbe comportare un aggravamento degli oneri finanziari a carico del Gruppo, ma non l'obbligo di rimborso.

I dati relativi ai primi mesi del 2009 sono influenzati dalla crisi finanziaria, che ha riguardato indistintamente gran parte dei settori produttivi e delle aree geografiche e ha colpito in parte anche il Gruppo Interpump, il quale, tra l'altro, vendendo prevalentemente a distributori, soffre il doppio effetto del calo della domanda finale e della politica di destoccaggio attuata dai distributori medesimi, in risposta alla ridotta disponibilità di liquidità: pur avendo diminuito le vendite di oltre il 20%, l'Emittente ha chiuso il semestre al 30.06.2009 (pag. 201 p.i.) con un patrimonio netto cresciuto da 177 mln di euro (dati al 31.12.2008) a oltre 192 mln di euro, grazie a un utile semestrale di oltre 10 mln di euro (peraltro più che dimezzato rispetto a un anno prima).

Non è prevista la costituzione di alcun consorzio di garanzia e solo l'azionista di controllo, Gruppo IPG Holding Srl, si è impegnato irrevocabilmente a esercitare integralmente i diritti di opzione di sua spettanza quale titolare del 26,294% del capitale sociale di Interpump ante aumento di capitale (pag. 39 p.i.).
Gli altri azionisti con quote superiori al 2% sono Harris Associates Lp (9,947%), Morgan Stanley Inv. Man. Ltd. (2,019%), T. Rowe Price Associates Inc. (2,143%), Caisse des Depots et Consignations (3,756%).

Borsa Italiana ha comunicato i coefficienti di rettifica efficaci dal 9 novembre 2009:

CODICE ALFA
DESCRIZIONE
PREZZO DI RIFERIMENTO
COEFFICIENTE K
IP
INTERPUMP GROUP
3,8347
0,89544728
IPAXAW
DIRITTO AZIONE+WARRANT
0,4477
-

In realtà sul sito di Borsa Italiana i prezzi di riferimento sono diversi da quelli da me indicati, in quanto sono stati rettificati per il coefficiente K i prezzi di riferimento di giovedì sera; nel mio calcolo ho applicato il coefficiente K al prezzo di riferimento di venerdì sera, pari a 4,2825 euro.

In base al coefficiente di rettifica ho calcolato che ai prezzi di venerdì il warrant 2009/2012 di nuova emissione è stato valorizzato circa 0,31 euro.

Di seguito riporto una tabella con le parità matematiche dei diritti, ipotizzando corretta la valutazione dei warrant fatta da Borsa Italiana.

PREZZO DIRITTO
COSTO AZIONE CUM WARRANT
AZIONE EX
WARRANT
0,3750
3,8781
3,6281
0,2500
0,4000
3,9700
3,7000
0,2700
0,4250
4,0618
3,7718
0,2900
0,4477
4,1452
3,8347
0,3105
0,5000
4,3375
3,9875
0,3500
0,5500
4,5212
4,1312
0,3900
0,6000
4,7050
4,2750
0,4300
0,7000
5,0725
4,5625
0,5100

PER SAPERNE DI PIU'








ContentRight