Aumento di capitale Moviemax

a cura di G.Borsi, maggio 2012

Moviemax Media Group, quotata al MTA di Borsa Italiana, è a capo dell'omonimo gruppo attivo nel settore dei media entertainment ed è presente nell'intero ciclo distributivo che prevede l'acquisizione dei diritti full-right, la distribuzione home-video, la commercializzazione dei diritti televisivi e new media, nonché la distribuzione cinematografica attraverso la controllata Moviemax Italia.

Dati dell'offerta

L'offerta, per un controvalore massimo complessivo di euro 4,993 mln, ha per oggetto l'emissione di nuove azioni ordinarie prive di valore nominale, aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione; verranno emesse n. 82.400.000 nuove azioni ordinarie, da offrire in opzione al prezzo di 0.0606 euro ciascuna, nel rapporto di 4 nuove azioni ogni 1 azione posseduta.
I diritti d'opzione dovranno essere esercitati, a pena di decadenza, entro l'8 giugno 2012 e saranno negoziabili in Borsa dal 21 maggio 2012 al 1 giugno 2012 (estremi compresi).
Ai sensi dell'art. 34-ter, comma 1, lett. C), e 57, comma 1, lett. l) del Regolamento Emittenti, per la presente Offerta e per l'ammissione alle negoziazioni delle nuove Azioni non è richiesta la pubblicazione di un prospetto informativo.

Ragioni dell'offerta e impego dei proventi

L'aumento di capitale è finalizzato a reperire nuove risorse finanziarie necessarie per il perseguimento degli obiettivi strategici e per il sostegno dello sviluppo del Gruppo Moviemax, nell'ambito sia dell'acquisizione di diritti full-right, sia della produzione cinematografica.
Il Gruppo, che nasce come distributore di prodotti home-video sulla scia del boom del mercato dei DVD nei primi anni del 2000, ha infatti rifocalizzato negli ultimi anni la propria attività sull'acquisizione dell'intera gamma dei diritti sulle opere cinematografiche (full-right) e sulla loro distribuzione in tutti i canali disponibili (cinema, home-video, televisione e, più di recente, Internet e telefono - i c.d. "new media").
In un'ottica di ulteriore diversificazione e sviluppo di nuove aree di business, il Gruppo ha inoltre iniziato a partecipare in proprio alla produzione di opere cinematografiche, ritenendola un'importante opportunità, poiché consente di acquisire i diritti di proprietà sui film senza limiti di tempo, per tutti i canali di vendita presenti e futuri e per tutto il mondo, con ciò assicurandosi la costituzione di un magazzino di diritti per opere cinematografiche nella sua piena disponibilità.

Principali azionisti

Secondo le risultanze del libro soci, alla data del Prospetto Informativo possiedono direttamente o indirettamente azioni dell'emittente in misura pari o superiore al 2% del suo capitale sociale:
Carax Srl
24.76 %
Zenit Sicav
4,85 %
Guglielmo Marchetti
5,03%

Impegni di sottoscrizione

Si rende noto che alla data odierna l'azionista Carax S.r.l. (titolare di n. 5.100.000 azioni ordinarie Moviemax Media Group S.p.A., pari a circa il 24,76% del capitale sociale) ha provveduto a versare in conto futuro aumento di capitale, a valere parzialmente sulla propria quota di competenza, l'importo di Euro 500.000.
Alla data odierna non sussistono ulteriori impegni di sottoscrizione dell'aumento da parte degli azionisti.

Dati economici e patrimoniali

L’ammontare dei ricavi del Gruppo al 30 settembre 2011 è stato di 17 mln di euro (in calo del 12% sull’anno precedente), con un risultato positivo di 385 mila euro (a fronte dei 1,186 mln di euro registrati nello stesso periodo del 2011), mentre, per quanto riguarda lo stato patrimoniale, a fronte di attività immobilizzate per 26 mln di euro e posizione finanziaria netta pari a -22 mln di euro, la società presenta un patrimonio netto negativo pari a 3,584 milioni di euro, che rende indispensabile la ricapitalizzazione.

Principali rapporti con Banche segnalati al 30 settembre 2011

Unicredit ha inviato in data 6/5/2010 una lettera di costituzione in mora, intimando il pagamento delle somme scadute.
C.R.Ferrara ha revocato in data 24/11/2009 le linee di credito di cassa (0,1 mln) e di commerciale (0,7 mln).
BNL ha revocato in data 15/1/2010 le linee di credito per circa 2,6 mln, chiedendone il contestuale rimborso.
Mediocredito Centrale ha 4,4 mln di euro di debito scaduto e ne ha chiesto il rimborso.
Intesa San Paolo ha revocato in data 28/4/2010 tutte le linee di affidamento, per un totale di 19,5 mln di euro, chiedendone il rimborso.
Il gruppo ha avviato con gli Istituti di Credito una trattativa volta alla ristrutturazione del proprio debito.

Milano, 18 Mag - 18:15
Borsa Italiana comunica i prezzi di riferimento rettificati e i K di rettifica efficaci dal 21/5/2012:

Codice
Descrizione
Prezzo di Riferimento Rettificato
Prezzo Last Rettificato
Prezzo Ufficiale Rettificato
Coefficiente K
MMG
MOVIEMAX
0.0899
0.0899
0.0763
0.43420290
MMGAXA
MOVIEMAX AXA
0.1171
-
-
-

Questa invece la tabella delle parità matematiche del diritto, anche se il comportamento del titolo nella seduta di venerdì (+22%) mi lascia pensare che vedremo ancora, come nei precedenti aumenti di capitale molto diluitivi, le quotazione dei due valori (azioni ex e diritto) andare in direzioni opposte.
Proprio per questo ci tengo a sottolineare come il valore del titolo sia quello espresso dalla quotazione del diritto, cui tende poi comunque ad allinearsi l'azione una volta concluso l'aumento di capitale.

VALORE DIRITTO
COSTO AZIONE
VALORE AZIONE PIENA
ZERO
0,0606
0,0606
0,0200
0,0656
0,0856
0,0600
0,0756
0,1356
0,1000
0,0856
0,1856
0,1600
0,1006
0,2606

PER SAPERNE DI PIU'








ContentRight